Logo
Logo
Logo

GDPR, arrivano le prime sanzioni

04 March 2019

In Europa cominciano a essere comminate le prime multe per violazione del GDPR, il Regolamento europeo 679/2016 sulla protezione dei dati personali. E nessuno viene risparmiato, dai colossi del web alle piccole aziende: a titolo esemplificativo, in Francia la Cnil, l’autorità nazionale di vigilanza sui dati personali, ha sanzionato Google per 50 milioni di euro per irregolarità nella gestione dei consensi relativi alla raccolta dei dati personali, mentre in Austria l’organo garante, Datenschutzbehörden, ha multato per 4mila euro una piccola impresa locale per uso improprio del sistema di video-sorveglianza.
In Italia, la normativa prevede sanzioni amministrative che variano da un minimo di 6mila a un massimo 120 mila euro, mentre le sanzioni penali vengono applicate per violazioni quali il trattamento illecito, la comunicazione e diffusione illecita o l’acquisizione fraudolenta di dati personali. Ma al di là del rischio sanzioni, il GDPR rappresenta un’opportunità strategica per ripensare i processi aziendali legati alla gestione dei dati personali, che può essere semplificata e ottimizzata grazie al software ZGDPR, la soluzione Zucchetti che consente di governare, con un’interfaccia gradevole e semplificata, le diverse attività previste dal Regolamento Europeo.
Con la consulenza di MCX per la compilazione della documentazione, il processo può risultare fluido, intuitivo, facile.